ARCHITETTURA EREMITICA

Sistemi progettuali e paesaggi culturali

V CONVEGNO INTERNAZIONALE

NEWS

 

Siamo lieti di annunciarvi che il V Convegno di Architettura Eremitica, inizialmente programmato nei giorni 12-13-14 Marzo 2020, è stato riprogrammato a Firenze nelle giornate del 30 Settembre e 1° Ottobre 2021.

Ci auguriamo che le campagne di vaccinazione ed il progressivo miglioramento della situazione legata al COVID 19 possano consentire una partecipazione in presenza a questa iniziativa. L’evento si svolgerà con una duplice possibilità di partecipazione, sia in presenza che da remoto.

We are glad to inform you that the Conference Architettura Eremitica - initially scheduled on the 12th-13th-14th of March, 2020 - was reprogrammed in Florence on the 30th of September and 1st of October, 2021.

We hope that the vaccination campaigns and the progressive improvement of the situation related to COVID 19 will allow you to participate in this initiative. Anyway, the event will take place with a dual possibility of participation, in presence and remotely.

Il comitato organizzatore 

Stefano Bertocci

Sandro Parrinello

ARCHITETTURA EREMITICA - SISTEMI PROGETTUALI E PAESAGGI CULTURALI

Si propone la quinta edizione del Convegno Internazionale di Architettura Eremitica, che fa seguito agli incontri che sono avvenuti a Monte Senario (FI), nel 2010, a Vallombrosa (FI), nel 2011, ed a Camaldoli (AR), nel 2012, La Verna (AR), nel 2013. Tale incontro costituisce un ulteriore momento di interscambio culturale, a distanza di sei anni, fra studiosi provenienti da vari paesi europei ed extraeuropei per confrontarsi su questa tematica. Il tema dell’architettura eremitica, che riveste uno straordinario interesse per gli studiosi, non soltanto di architettura, accompagna fin dal Medioevo lo sviluppo della cultura occidentale. Tra storia e religione questo fenomeno ha lasciato nel tempo una quantità di testimonianze che si sono spesso concretizzate in interventi architettonici di notevole interesse che hanno in qualche modo influenzato e accompagnato, come nel caso del territorio della Toscana, sia lo sviluppo della città che del paesaggio extraurbano, costituendo una maglia insediativa particolarmente importante anche per le aree territorialmente più appartate o periferiche.

L’architettura monastica, articolata fino dall’Alto Medioevo nelle due grandi esperienze religiose che hanno seguito da un lato la regola cenobitica e dall’altro quella eremitica, si è sviluppata secondo modelli propri, adattati di volta in volta alle singole esperienze ed alle caratteristiche dei luoghi, costituendo tuttavia sempre nuclei di aggregazione di valori ed esperienze non solo religiose, che hanno funzionato da veri e propri centri di aggregazione e produzione culturale nei rispettivi territori.

TOPICS

1. Documentazione ed analisi dei complessi architettonici:

  • Documentazione, disegno, rilievo e monitoraggio;

  • Paesaggi culturali e sistemi ambientali;

  • Studi storici ed archivistici dei complessi architettonici e delle opere d’arte.

2. Conservazione e musealizzazione dei contesti territoriali:

  • La conservazione del patrimonio architettonico

  • La valorizzazione dei complessi eremitici e dei relativi territori

  • Musei reali e musei virtuali, itinerari e tecnologie per la fruizione dei beni culturali.